Home arrow Newsletter
Newsletter Item  [ back ]
Date: 2011-04-20 19:17:53
CLIL, nuove tecnologie e gioco a Livorno

CLIL, nuove tecnologie e gioco: i ragazzi di Livorno “fanno” l’ambiente in una dimensione europea 

ll progetto "Sauvons la Planète" che vede giovani italiani, francesi e tedeschi confrontarsi sul tema dello sviluppo sostenibile e sulla qualità dell'ambiente in cui vivono, conclude il suo percorso Comenius ma non eTwinning con un momento di incontro di alunni ed insegnanti europei per condividere, discutere, diffondere le riflessioni sul tema del progetto con i giovani delle scuole medie inferiori, i bambini delle quarte e quinte elementari della città, i genitori, gli abitanti del quartiere, gli artisti (pittori e musicisti) che vorranno partecipare. Il 12 e 13 maggio i ragazzi della IV A LN del Polo Liceale Cecioni di Livorno guidati dalla professoressa Marina Marino trasformeranno l'idea del progetto in un vero GIOCO in cui i visitatori si "trasformeranno” in Aria, Acqua, Terra e Fuoco. Vi aspettiamo ! Per "immaginare" :) cosa proporranno i ragazzi partecipanti al progetto guardate questo video che è il trailer di un vero videogioco ma ricordate che il nostro sarà, invece, un VERO GIOCO!!!

URL: http://www.screencast.com/t/0At4ZS1L7U . Il giorno 7 maggio l'evento sarà anticipato a Firenze in Piazza della Signoria nel Padiglione eTwinning di LLP in occasione della Festa dell'Europa

QUALCHE INFORMAZIONE SUL PROGETTO

La questione ecologica si accompagna con l'apprendimento di diverse discipline non scientifiche come le lingue straniere utilizzando le TIC per fare dell'ambiente il leit motiv dei diversi percorsi didattici in CLIL (http://www.youtube.com/watch?v=FSMkrFOeHBE) e in L1 e L2. (http://sauvonsthepianeta.blogspot.com/2010/12/le-devoir.html)
Il progetto nasce dalla convinzione che non possiamo ignorare i problemi dell'ambiente
e dello sviluppo sostenibile e dall' intenzione di utilizzare le letterature, le lingue, le canzoni, l'arte, le immagini, i media, i differenti documenti come se fossero i pezzi di un unico puzzle che declina il tema comune: sviluppare la responsabilità di fronte all'ambiente confrontandoci, discutendo, lavorando insieme in ambienti di apprendimento collaborativo, utilizzando le TIC come mezzo e strumento di creatività per fare.


Abbiamo uno spazio collaborativo e-learning, un blog ed il villaggio virtuale viv@ (http://
viva.tice.ac-orleans-tours.fr/dokeos/index.php) in cui, come in un vero villaggio, i giovani studenti francesi, tedeschi ed italiani, si incontrano entrano nel caffè per chiacchierare e chattare in più lingue ma vanno anche, virtualmente, in biblioteca o al cinema o al museo o in Comune o a scuola per parlare di ecologia e di rispetto dell'ambiente attraverso il presente delle loro attualità risalendo al passato delle loro culture.

In un'ottica di pedagogia per progetti, le TIC ci permettono di lavorare in più lingue intorno al tema federatore sviluppando l'autonomia e la creatività dei nostri alunni con l'ulteriore valore aggiunto dell'arricchimento reciproco che nasce dal confronto con la cultura (http://www.youtube.com/watch?v=Auzd7Yxj_DU&feature=related) e la diversità dell'Altro.
Crediamo di essere tutti coinvolti e che è un dovere per gli insegnanti non ignorare il mondo in cui viviamo e far confrontare i nostri alunni con problemi di grande attualità.
Siamo inoltre dell'idea che tutte le discipline possano lavorare insieme in questa direzione e che bastino buona volontà, creatività nella didattica, e soprattutto la capacità, per noi insegnanti, (http://www.youtube.com/watch?v=cNpH9lQlfWM) di rimetterci un po' in discussione diventando dei "facilitatori di apprendimento" per lavorare ad un progetto come SAUVONS LA PLANETE in cui utilizziamo le nuove tecnologie (http://www.youtube.com/watch?v=1Pnvv6DgQrE) come possente strumento di motivazione, creatività, apprendimento.

Le tecnologie sono porte magiche che ci fanno lavorare insieme ma che creano legami
ed amicizia. Nell’ambito del progetto cinque giovani della classe hanno usufruito della Mobilità Individuale Alunni LLP e trascorso 3 mesi in Francia nel liceo partner.

Marina Marino
(Ambassador eTwinning)