Home arrow Bacheca eTwinning
Bacheca eTwinning
5 Maggio 2010: Compleanno eTwinning

Gli Ambassador toscani comunicano quanto e come eTwinning è volano di attività, così come risulta dalla presente bacheca che raccoglie i loro messaggi attuali e futuri.
L'iniziativa nasce dall'idea/proposta di Laura Maffei

14/04/2011

CLIL, nuove tecnologie e gioco: i ragazzi di Livorno “fanno” l’ambiente in una dimensione  europea 

 

ll progetto "Sauvons la Planète" che vede giovani italiani, francesi e tedeschi confrontarsi sul tema dello sviluppo sostenibile e sulla qualità dell'ambiente in cui vivono, conclude il suo percorso Comenius ma non eTwinning con un momento di incontro di alunni ed insegnanti europei per condividere, discutere, diffondere le riflessioni sul tema del progetto con i giovani delle scuole medie inferiori, i bambini delle quarte e quinte elementari della città, i genitori, gli abitanti del quartiere, gli artisti (pittori e musicisti) che vorranno partecipare. Il 12 e 13 maggio i ragazzi della IV A LN del Polo Liceale Cecioni di Livorno guidati dalla professoressa Marina Marino trasformeranno l'idea del progetto in un vero GIOCO in cui i visitatori si "trasformeranno” in Aria, Acqua, Terra e Fuoco. Vi aspettiamo ! Per "immaginare" :) cosa proporranno i ragazzi partecipanti al progetto guardate questo video che è il trailer di un vero videogioco ma ricordate che il nostro sarà, invece, un VERO GIOCO!!!

URL: http://www.screencast.com/t/0At4ZS1L7U . Il giorno 7 maggio l'evento sarà anticipato a Firenze in Piazza della Signoria nel Padiglione eTwinning di LLP in occasione della Festa dell'Europa

QUALCHE INFORMAZIONE SUL PROGETTO

La questione ecologica si accompagna con l'apprendimento di diverse discipline non scientifiche come le lingue straniere utilizzando le TIC per fare dell'ambiente il leit motiv dei diversi percorsi didattici in CLIL (http://www.youtube.com/watch?v=FSMkrFOeHBE) e in L1 e L2. (http://sauvonsthepianeta.blogspot.com/2010/12/le-devoir.html)
Il progetto nasce dalla convinzione che non possiamo ignorare i problemi dell'ambiente
e dello sviluppo sostenibile e dall' intenzione di utilizzare le letterature, le lingue, le canzoni, l'arte, le immagini, i media, i differenti documenti come se fossero i pezzi di un unico puzzle che declina il tema comune: sviluppare la responsabilità di fronte all'ambiente confrontandoci, discutendo, lavorando insieme in ambienti di apprendimento collaborativo, utilizzando le TIC come mezzo e strumento di creatività per fare.


Abbiamo uno spazio collaborativo e-learning, un blog ed il villaggio virtuale viv@ (http://
viva.tice.ac-orleans-tours.fr/dokeos/index.php) in cui, come in un vero villaggio, i giovani studenti francesi, tedeschi ed italiani, si incontrano entrano nel caffè per chiacchierare e chattare in più lingue ma vanno anche, virtualmente, in biblioteca o al cinema o al museo o in Comune o a scuola per parlare di ecologia e di rispetto dell'ambiente attraverso il presente delle loro attualità risalendo al passato delle loro culture.

In un'ottica di pedagogia per progetti, le TIC ci permettono di lavorare in più lingue intorno al tema federatore sviluppando l'autonomia e la creatività dei nostri alunni con l'ulteriore valore aggiunto dell'arricchimento reciproco che nasce dal confronto con la cultura (http://www.youtube.com/watch?v=Auzd7Yxj_DU&feature=related) e la diversità dell'Altro.
Crediamo di essere tutti coinvolti e che è un dovere per gli insegnanti non ignorare il mondo in cui viviamo e far confrontare i nostri alunni con problemi di grande attualità.
Siamo inoltre dell'idea che tutte le discipline possano lavorare insieme in questa direzione e che bastino buona volontà, creatività nella didattica, e soprattutto la capacità, per noi insegnanti, (http://www.youtube.com/watch?v=cNpH9lQlfWM) di rimetterci un po' in discussione diventando dei "facilitatori di apprendimento" per lavorare ad un progetto come SAUVONS LA PLANETE in cui utilizziamo le nuove tecnologie (http://www.youtube.com/watch?v=1Pnvv6DgQrE) come possente strumento di motivazione, creatività, apprendimento.

Le tecnologie sono porte magiche che ci fanno lavorare insieme ma che creano legami
ed amicizia. Nell’ambito del progetto cinque giovani della classe hanno usufruito della Mobilità Individuale Alunni LLP e trascorso 3 mesi in Francia nel liceo partner.

Marina Marino
(Ambassador eTwinning)

29/03/2011
Seminario di formazione Ambasciatori eTwinning

Dal 24 al 26 marzo si è svolto a Rimini il seminario di formazione per gli Ambasciatori eTwinning di tutte le regioni. Una grande occasione di confronto e scambio per gli ambasciatori toscani, coordinati dalla referente pedagogica regionale Simona Bernabei, che hanno partecipato con il consueto entusiasmo, grande professionalità e competenza e hanno parlato di progetti realizzati e da realizzare. Per scoprire tutto ciò che bolle in pentola, o stabilire un filo diretto con gli ambasciatori toscani visitate il loro nuovo sito web http://etwinningtoscana.weebly.com

Simona Bernabei
Referente pedagogico eTwinning per la Toscana
16/02/2011
Conferenza europea eTwinning 2011 a Budapest

La prof.ssa Simona Bernabei del Liceo statale "Antonio Rosmini" di Grosseto, nuovo Referente Pedagogico eTwinning per la Toscana, parteciperà alla Conferenza europea eTwinning 2011 a Budapest. Sarà un'importante occasione di incontro, scambio e riflessione a livello europeo con i colleghi toscani presenti.
A presto !


Si segnala inoltre la seguente iniziativa:

La Biblioteca Itinerante dei bambini per le lingue d'Europa

EuroLib è un progetto finanziato dall'Unione Europea. E' indirizzato ai bambini nel primo anno di apprendimento di una lingua straniera.
Biblioteche itineranti di libri per bambini con belle illustrazioni, in sei lingue europee (inglese, spagnolo, turco, italiano, ceco e finlandese) viaggeranno per l'Europa  visitando una scuola dopo l'altra. Ogni scuola avrà la biblioteca per un determinato periodo ed eseguirà una serie di attività educative e collaborative prima dell'arrivo della biblioteca, durante e dopo la visita. I primi workshop per testare la biblioteca e le attività ad essa connesse  hanno riscosso un grandissimo successo, con i bambini che volevano a tutti i costi portare via con sé i libri della biblioteca. Potete prenotare la visita della Biblioteca nella vostra scuola completando il modulo di ‘Get Involved' nel sito.  Nell'arco di vita del progetto (fino al 30 Settembre 2011) le scuole che prenoteranno la visita della Biblioteca non avranno alcuna spesa a loro carico, anche il trasporto è gratuito.

Simona Bernabei
Referente pedagogico eTwinning per la Toscana


16/02/2011 Il 23/02/2011 dalle ore 8.30 alle ore 17.30 si svolgerà un workshop eTwinning presso l'istituto ISS Virgilio di Empoli (via Cavour, 62; tel: 057174277).
L'iscrizione: entro il 20/02/2011, per fax 057174183 o e-mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Il 24/02/2011 dalle ore 15.00 alle ore 17.00 si svolgerà un conferenza riguardo il bombardamento della città di Dresda (Germania) il giorno 13/02/1945.

L'USR di Firenze - tramite la nuova responsabile, la dott.ssa Milva Segato, invierà informazioni nelle scuole della Provincia, con il modulo d'iscrizione. Saranno rilasciati certificati di partecipazione.


Un saluto

Barbel Anders

(Ambassador eTwinning)

16/11/2010 Confermati per il 2010/2011 gli Ambasciatori eTwinning per la Toscana:

Massimo Presciutti
, IC Centro storico, Firenze; Marina Marino, Liceo Cecioni, Livorno; Alessandro Giorni, Scuola Secondaria di I Grado Garibaldi Matteucci, Campi Bisenzio; Paola Baldoni, Liceo psicopedagogico Galilei, Firenze; Fabio Cicaloni, Istituto Magistrale A. Rosmini, Grosseto; Maria Pia Bianchi, IPSSCT Sassetti-Peruzzi, Firenze; Anna Provvedi, ITIS & LST Sarrocchi, Siena; Barbara Furiesi, Istituto Comprensivo Certaldo, Volterra; Laura Maffei, Scuola Sec. di 1° gr. "Arnolfo di Cambio", Colle di Val d'Elsa; Salvatore Damiano, ITGC SAlvemini-Duca D'Aosta, Firenze; Emanuele Manfredini, Liceo Scientifico E. Majorana, Capannori; Elisabetta Vinci, ISIS Gramsci-Keynes, Prato; Francesca Panzica, Direzione Didattica Lastra a Signa, Lastra a Signa; Bärbel Ingeborg Anders, ISS Virgilio Empoli, Pontedera; Francesca Mancini, Istituto Statale E. Montale, Pontedera; Maria Pina Magliocca, Comprensivo Desiderio da Settignano, Dicomano

Conferito l'incarico al nuovo referente pedagogico: Prof.ssa Simona Bernabei dell'I.M. Rosmini di Grosseto.

Elisa Sampaolo

 31/08/2010 Salve a tutti,
rispondo con molo ritardo e fuori tempo massimo, mi spiace.
Rispondo ugualmente, semplicemente per condividere le riflessioni di Laura e quanto già espresso da tutti voi, anche nella bacheca eTwinning sul portale Europa dell'Istruzione.
eTwinning si conferma uno potentissimo strumento didattico, una comunità di apprendimento meravigliosa, una fantastica opportunità per studenti e docenti. L'a.s. che si sta per concludere è stato, per me, un'ulteriore conferma.
Per quanto riguarda le mie attività di divulgazione eTwinning, vi segnalo che:
ho partecipato all'incontro di promozione eTwinning, tenutosi presso l'ITG "Nottolini" di Lucca il 23 febbraio 2010 (vedi l'invito e il programma);
ho realizzato due progetti eTwinning, di cui uno, 4 Countries 4 Maths, appena candidato per il Quality Label nazionale (vedi anche il Project Diary)
ho presentato i progetti alle famiglie, soprattutto in occasione del periodo di orientamento in ingresso
ho coordinato, come referente per la mia scuola, le attività di sperimentazione dei materiali e dei percorsi elaborati nell'ambito del progetto NanoYou, tra le quali un seminario finale rivolto a dirigenti e docenti, di cui è stata data notizia sul portale dell'Europa dell'Istruzione (vedi la relativa news); insieme ad alcuni altri eTwinner partecipanti al progetto, e con l'aiuto di EUN, stiamo confezionando un kit eTwinning sulla NanoScienza e le NanoTecnologie
durante il prossimo settembre (2010), sono previsti nella mia scuola due incontri di formazione per docenti dedicati all'azione eTwinning.

Ringraziandovi di nuovo per il vostro impegno, auguro a tutti una buona ultima parte di estate.

A molto presto, spero!

Emanuele Manfredin
 27/05/2010

Gentile Sig.ra Gennai,

le scrivo perché l'incontro CLIL del 20 Aprile, a cui ho avuto l'opportunità di partecipare con la collega Sandra Branconi,ha avuto per noi uno sviluppo estremamente positivo. In quell'occasione, infatti, abbiamo avuto l'idea di continuare a collaborare con alcune colleghe (in particolare, Francesca Panzica e Marina Marino) per divulgare le buone pratiche CLIL sui rispettivi territori. Ne è nato in breve un nuovo appuntamento organizzato dalla scuola "A. di Cambio" e dal Comune di Casole d'Elsa (la seconda giornata CasolEuropa, prevista per venerdì 28 maggio) dedicata alla qualità della progettazione a livello europeo. Abbiamo organizzato la giornata sulla falsariga di quella sul CLIL a Firenze ed abbiamo avuto la soddisfazione di veder accettato il nostro invito a partecipare come relatori da parte di docenti (e diversi Dirigenti!) della Provincia di Siena, della Regione e anche di altre Regioni.

In conclusione, quelle che dovevano essere semplicemente le celebrazioni del 5° compleanno di eTwinning saranno allargate ad una più ampia riflessione - si spera proficua - sulla progettualità europea e sui percorsi CLIL inseribili all'interno del curriculum.

Quindi, grazie per l'opportunità che ci ha dato a Firenze. Questo dimostra una volta di più che confrontarsi fa bene, e che da un momento d'incontro fruttuoso ne possono nascere altri.

Le invio il programma della nostra giornata in allegato. Non le abbiamo mandato un invito perché ho pensato che il 28 sarebbe stata in Sardegna per il seminario degli Ambasciatori eTwinning. Se però fosse in zona e disponibile a partecipare, sarebbe per noi un piacere averla come ospite. Nel caso, saremmo felici di inviarle un invito ufficiale e di averla con noi, visto anche che l'evento è alla fine nato grazie a lei.

Cordiali saluti,

Laura Maffei

 07/05/2010  Eccomi di nuovo qua!

Come avevo scritto precedentemente ci siamo cimentati con il disegno ed i bambini si sono sentiti molto coinvolti e motivati nella realizzazione dei loro elaborati.
L'evento del compleanno è stato anche un momento di riflessione per tutti; la domanda che ci siamo posti è stata: che cosa vuol dire e-twinning per me? I pensieri che ne sono scaturiti accompagnano le immagini che abbiamo assemblato e che vi invito a vedere cliccando qui.
Navigando tra le numerose risorse realizzate per l'evento, che provengono da ogni parte d'Europa, mi sono sentita orgogliosa di far parte di questo gruppo e l'augurio  che possiamo fare è:
100 di questi giorni, e-Twinnning!


Barbara Furiesi
 17/04/2010 Ciao a tutti!
Come festeggiare il compleanno eTwinning? Ribadendone il valore.
Con il Lycée Iroise di Brest (France) abbiamo pensato  e riflettuto sugli ideali di eTwinning e gli alunni hanno inventato un Paese che li incarna, un Paese che non si sa se reale o immaginario ma che di sicuro esiste per noi che ci viviamo. Un Paese in cui si superano differenze culturali e linguistiche, in cui c'è amicizia, in cui si impara con serenità, in cui si è lontani ma vicini.
Gli alunni hanno dato un nome a questo Paese che è la fusione dei nomi delle nostre regioni ma gli ideali sono quelli di eTwinning e lo hanno dichiarato nel primo dei video che vi proponiamo.
Questo secondo video è il risultato di un brainstorming con le flashcards, realizzato con un piccolo wiki e poi rifatto in cards dagli alunni di Brest e Livorno.
 
Marina Marino

 13/04/2010 Ciao a tutti!
E' bello risentirci dopo tanto tempo... e per una bellissima iniziativa!
Ho appena letto le vostre mail in cui ci sono diversi spunti per creare attività. Visto che il mio lavoro si svolge nella scuola primaria, pensavo di realizzare dei disegni sull'evento che poi potrebbero essere montati con una presentazione ppt (che stiamo imparando a creare proprio adesso).
Credete che possa andare? Aspetto suggerimenti.
A presto!
Barbara Furiesi
 13/04/2010 Sarebbe interessante far pubblicare qualcosa anche sulla stampa locale?
...
L'attività di ambasciatore si è espletata, da parte mia, con la promozione dei progetti etwinning nella scuola di servizio, con ottima risonanza presso i genitori degli alunni coinvolti, e con un incontro di in-formazione sulla piattaforma etwinning presso l'istituto Gramsci-Keynes di Prato, inserito in una trilogia di incontri riguardanti anche altri aspetti dell'informatica applicata alla didattica.
Un caro saluto
Alessandro Giorni
12/04/2010
Cari Ambasciatori toscani,
per prima cosa approfitto di questa mail per salutare tutti quelli con cui, dopo Pistoia, non ho avuto molti contatti. Per quel che è stato nelle nostre possibilità, tutti abbiamo cercato di lavorare insieme, ma a volte gli impegni e le distanze sono davvero rilevanti.
Vi scrivo adesso per confrontarci sulle attività che abbiamo in mente per il compleanno eTwinning il 5 Maggio 2010. 
Personalmente, non vorrei solo fare attività di "vetrina" (palloncini, torta ecc. sono un po' infantili per i ragazzi delle medie e francamente non c'è tempo per inserirli in un quadro didattico più articolato). Penso dunque che celebreremo il compleanno all'interno dei progetti eTwinning già avviati, in modo da inserirli in un contesto di senso.
 Penso però che operare ognuno per conto proprio sia come perdere un'occasione. Perché non cerchiamo almeno di coordinarci? Se i referenti regionali sono d'accordo, potremmo almeno comunicare ciascuno che attività intendiamo fare, e poi realizzare un articolo, o qualcosa del genere, da pubblicare sull'Europa dell'Istruzione (e magari poi anche sul sito eTwinning?). In questo modo potremmo far vedere che siamo davvero una rete e che c'è un coordinamento tra noi, pur operando ognuno nella propria realtà. Inoltre, sarebbe utile avere un documento che sintetizzi tutto quello che gli Ambasciatori toscani hanno in messo in moto in questa occasione (che dovrebbe essere secondo me il coronamento di un percorso, non un singolo evento).
Un abbraccio a tutti e tutte
Laura Maffei

 

Ultimo aggiornamento ( lunedì 06 febbraio 2012 )